Strategia e-mail marketing: più efficace in 3 mosse

Strategia e-mail marketing: più efficace in 3 mosse

Un’ottima strategia e-mail marketing va oltre l’invio massivo di email pubblicitarie o a scopo commerciale. Se ben organizzata, infatti, può essere uno strumento molto utile per fidelizzare i clienti e far crescere il tuo business. 

Un buon rapporto con il cliente è forse il fattore fondamentale per ottenere la sua fiducia e permettergli di usufruire dei tuoi servizi in maniera entusiasta e continuativa nel tempo. Spesso, però, si parla di rapporto “virtuale” in quanto il cliente non entra fisicamente in un negozio né tanto meno chiacchiera amabilmente con un commesso, ma si ritrova a visitare un sito o consultare un catalogo a suon di click. Come “coccolare” allora il nostro cliente e fargli capire che per noi è unico? Pianificare una strategia e-mail marketing può essere una soluzione intelligente per sostituire i classici metodi di marketing diretto, riuscendo in maniera economica e mirata a soddisfare non solo le esigenze dei tuoi clienti, ma anche il tuo bisogno di conoscere quali siano effettivamente i loro “gusti”.

Ma in che modo ottimizzare al meglio questo strumento e renderlo un prezioso alleato per il tuo business?

1) Offerte e Call to action per una Profilazione perfetta
La prima mail, inoltrata al tuo potenziale cliente in risposta ad una richiesta di informazioni o in seguito alla compilazione di un semplice form ha la funzione di presentare il tuo servizio e “regalare” gratuitamente qualcosa al cliente per coccolarlo e farlo sentire a suo agio (una consulenza, un codice sconto, una promo riservata ai nuovi iscritti).
In base alla reazione dell’utente alle tue “call-to-action” sarà possibile cominciare a studiare le sue risposte a questi input e avere un’idea sui suoi bisogni ed interessi. Questo ti permetterà di raccogliere informazioni sui tuoi utenti e preparare una serie di mail sempre più specifiche che possano accompagnarlo verso gli acquisti che rispecchiano i suoi gusti e necessità.
Le tue e-mail saranno le sostitute di un amichevole commesso, attraverso informazioni dettagliate ed allo stesso tempo utili alle esigenze del cliente.

2) Semplicità: messaggi chiari per risposte immediate
L’immediatezza del messaggio e la velocità di risposta sono le chiavi per riuscire ad ottenere dei risultati decisamente positivi.
La semplicità è la chiave per trasmettere in modo corretto il tuo messaggi, sia questo una cal to action, un’offerta o la richiesta di iscrizione alla news letter. Più le informazioni che desideri comunicare saranno scritte in modo semplice, più la risposta dei tuoi utenti potrà essere guidata verso il percorso che avrai precedentemente scelto. Il tutto attraverso un invio di mail economico e puntuale, il cui unico costo è dato dal programma più adatto a raggiungere il tuo obiettivo.

3) Precisione nella gestione del database
L’efficacia delle tue mail dipende in gran parte dalla precisione con cui viene preparato il messaggio da inviare.
Per una perfetta strategia e-mail marketing il database deve essere vasto e funzionale all’acquisizione di nuovi clienti, che vanno però rigidamente catalogati in base a vari fattori: sesso, età, provenienza geografica, azioni ed esigenze registrate in precedenza.
Stabilire la giusta strategia è la base per raggiungere i tuoi obiettivi, rendendo il cliente soddisfatto e soprattutto fidelizzato ed una strategia impeccabile è anche e soprattutto una questione di target.

Come riuscire a soddisfare i tre punti? Sono necessari tempo, studio, conoscenza del proprio mercato e tanta voglia di sperimentare, oppure…affidarsi a chi fa questo per mestiere! Bway Agency mette a tua disposizione uno staff di esperti pronti ad elaborare la strategia migliore, collaborando con te con passione e professionalità. Contattaci! www.bwayagency.it/contatti/

5 step per portare al successo il tuo brand

5 step per portare al successo il tuo brand

5 step che assicurano il successo di un brand

Vuoi portare il tuo brand al successo? Ecco i 5 step da seguire
Avere un’intuizione geniale per un’attività innovativa spesso e volentieri non fa rima necessariamente con la parola “successo”. Dietro l’esplosione di un nuovo brand c’è sicuramente la forza di un’idea fuori dagli schemi, ma anche tanto studio ed una strategia ben strutturata sugli step obbligatori da compiere su una scala tortuosa, che nasconde insidie e possibilità di fallimento. Il lavoro non ti fa paura e per sviluppare il tuo progetto sei pronto a tutto? Bene! Prendi carta e penna: ecco qualche consiglio che può di certo esserti utile.

  • Risolvere un problema: per ottenere il successo di un brand,  la prima domanda che deve porsi un imprenditore al momento di lanciare la sua idea deve essere “Come può essere utile agli altri?”. Il servizio offerto deve risultare interessante, deve poter dare qualcosa che altri prodotti simili non offrono, irrompere sul mercato avendo la meglio sulla concorrenza. Insomma, deve poter risolvere un problema a coloro che fino ad oggi non sapevano come porvi rimedio. Quello dell’utilità è uno scoglio ben più duro da superare di quanto possa apparire, poiché fluttuare tra l’innovazione e la concretezza non è mai facile. Chiaramente l’idea nasce da un’esigenza ed è proprio questo che deve essere il tuo trampolino di lancio nello sviluppo del progetto. Un’analisi di mercato approfondita ti aiuterà senza dubbio a capire quali siano gli spazi entro cui muoverti e come riuscire a trovare il tuo fattore di “esclusività”.
  • Driti all’obiettivo: una volta delineate le linee guida riguardo l’utilità e l’efficacia del tuo servizio, c’è da focalizzare l’attenzione sul “bersaglio” da colpire. Chi vuoi che siano i destinatari e, soprattutto, come vuoi che interagiscano con il tuo brand? Identificare con precisione l’obiettivo da raggiungere (che siano gli introiti, le visite ad un locale, gli acquisti su un sito e-commerce) è fondamentale per sviluppare una strategia ben precisa sia per quanto riguarda la produzione che la distribuzione e la pubblicizzazione del tuo prodotto.
  • Budget: perfetto, adesso sai alla perfezione a cosa serve, a chi è destinato e cosa vuoi ottenere dal progetto a cui hai pensato. E’ tempo di calcolare, dunque, il tipo di investimento che sei disposto a fare per far si che tutto ciò che hai messo su carta si trasformi in realtà. Chiaramente più alto è il budget e più semplici sono le cose: realizzazione più rapida, qualità più elevata e, soprattutto, consulenza e coinvolgimento di esperti del settore. Ma non temere: con le idee chiare su ciò che vuoi realizzare, definire un budget diventerà molto più semplice.
  • Business plan: per il successo di un brand, strettamente collegato al budget, il business plan è sostanzialmente la “big strategy” riguardo gli obiettivi, gli investimenti ed i rischi che corre il tuo progetto dal punto di vista economico. Avviare un nuovo brand non è mai facile e, come detto, dietro l’angolo possono esserci tantissimi fattori che potrebbero metterti i bastoni tra le ruote. Dopo aver definito l’utilità del progetto, evidenziato gli obiettivi, sottolineato le competenze di tutte le forze coinvolte, sarà dunque possibile stanziare le linee guida per valutare il rapporto costi/benefici ed in particolare iniziare a prendere in considerazione fattori decisivi per la diffusione e la fruibilità del tuo servizio come la comunicazione e la pubblicità.
  • Affidati agli esperti. Esatto, comunicazione. Puoi avere il prodotto più bello del mondo, ma se non sei in grado di presentarlo al mondo come si deve, continuerà ad essere un tuo personalissimo “giocattolo”. Un’agenzia di comunicazione ha le skills necessarie ad identificare la fetta di mercato che potenzialmente potrebbe essere interessata al tuo servizio, scegliere i canali adatti a comunicare il messaggio che hai intenzione di trasmettere ed infine convincere la clientela che il tuo prodotto è effettivamente ciò di cui ha bisogno. Per arrivare a questo obiettivo c’è bisogno di studio, di esperienza e professionalità: improvvisando rischi soltanto di sforzarti inutilmente per poi ritrovarti inesorabilmente al punto di partenza. La comunicazione è forse tra i fattori fondamentali su cui investire, come testimoniano i più grandi brand mondiali con enormi ma fruttuose campagne marketing viste come vere e proprie basi del successo di un brand

 

Non sai a chi affidarti? Beh, forse un consiglio possiamo dartelo: con Bway Agency avrai a tua disposizione un intero team pronto a sposare la tua causa, a sitonizzarsi sulla tua stessa lunghezza d’onda e remare verso gli stessi obiettivi. Un reparto webmarketing, grafici e copywriter riusciranno ad identificare la giusta strategia ed applicarla per raggiungere il “bersaglio” secondo i canali più adatti. Cosa aspetti? Chiamaci subito e presentaci il tuo progetto: siamo senza ombra di dubbio la strada più sicura per dare vita alle tue idee!

Fake news: 3 consigli per riconoscerle

Fake news: 3 consigli per riconoscerle

Se un tempo per informarsi sull’attualità era necessario acquistare il giornale o al massimo sintonizzarsi sul tg quotidiano in televisione, al giorno d’oggi è possibile trovare sul web un vero e proprio oceano di informazioni e notizie. Nel bene e nel male, un po’ tutti hanno la possibilità di condividere opinioni e curiosità, ma se da un lato ciò rappresenta la purezza della libera espressione, dall’altro l’assenza di “filtri” può facilitare l’accesso ad informazioni inesatte, scorrette o talvolta completamente false. Come si fa ad evitare o quanto meno identificare le cosiddette Fake News che si incontrano quotidianamente sul web? Ecco 3 semplici consigli che potrebbero facilitarti la vita.

1- Attendibilità delle fonti. Spesso e volentieri siti specializzati o addirittura blog possono fornire delle informazioni e delle analisi ben più dettagliate di canali ufficiali, ma quando si parla di notizie la priorità è consultare alla fonte la veridicità di un evento. Ovviamente ogni ambito ha i suoi riferimenti: se si parla di sport la Gazzetta o il Corriere sono pietre miliari, nell’ambito del cinema Coming Soon e My Movies, in cucina Gambero Rosso e così via. Se una notizia dell’ultim’ora non è presente nei portali di riferimento, c’è da chiedersi se ci troviamo di fronte ad una Fake News

2- Occhio al titolone. Chiaramente chi vuole che una determinata notizia venga cliccata o condivisa non può fare altro che affidarsi ad un titolo accattivante che incuriosisca il lettore. Spoiler alert: più il titolo sembra una “bomba”, più è facile che si tratti di una Fake News. Se ritieni una notizia degna di nota, leggine attentamente il contenuto prima di diffonderla e renderti partecipe di una dilagante disinformazione. Alle volte bastano poche righe per rendersi conto di quanto sia assurda e palesemente irrealistica la notizia riportata.

3- Attenzione alle referenze. Se i cosiddetti influencer sfornano quotidianamente delle perle di saggezza che ritieni valide ed utili, cerca sempre di capire quali competenze abbia la persona di riferimento riguardo l’argomento trattato. Diffida se chi ti parla di vaccini può vantare sul CV esclusivamente un diploma di ragioneria, così come devono essere presi con le pinze i consigli sui primi passi di un bambino nel mondo dello sport da parte di un fantomatico esperto che ha accumulato conoscenze guardando partite di calcio in TV. Per affrontare argomenti delicati c’è bisogno di studiare ed incrociare i dati di più fonti, altrimenti si rischia di affidarsi alle opinioni di chi in realtà non ha la minima idea di ciò di cui sta parlando.

Insomma, se hai a cuore la verità dei fatti e se ci tieni che a circolare siano soltanto notizie ed approfondimenti validi, basta un briciolo di attenzione per filtrare in maniera naturale quanto di marcio circola sul web, combattendo così senza rendertene conto una battaglia atta a sgominare  tanto i “falsi profeti”  che i creduloni. La libertà di parola è sacra, ma abusarne, a volte, può provocare gravi danni a te e chi ti circonda 😉

Comunicare sul web – 3 elementi per una comunicazione di successo

Comunicare sul web – 3 elementi per una comunicazione di successo

Comunicare sul web – 3 elementi per una comunicazione di successo

Comunicare nell’ambiente in cui viviamo tutti i giorni può sembrare facile, ma nell’approcciarsi agli altri esistono diversi fattori da considerare per poter attirare la loro attenzione e fare in modo che ascoltino ciò che abbiamo da dire.
Per prima cosa bisogna curare la propria immagine per trasmettere fiducia ed affidabilità sin dal primo sguardo, poi bisogna cercare di far capire ciò di cui l’interlocutore ha bisogno per mettere a sua disposizione tutte le nostre conoscenze ed infine bisogna utilizzare le parole giuste per spiegare il nostro punto di vista in maniera semplice e diretta.

Pensi che nel mondo del web la comunicazione avvenga in maniera molto differente?
Non proprio. Certo, ogni “mondo” ha le sue regole e la comunicazione online non è certo da meno avendo un proprio esclusivo linguaggio. Ma questi tre elementi valgono anche nel suo caso.
Perché?
Rendere questo ambiente quanto più vicino possibile a quello reale, dà la possibilità di interfacciarsi con il pubblico in modo autentico, seppur con mezzi differenti.

Come è possibile dunque comunicare con successo?

1. Cura la tua immagine
Come nel mondo reale, avere un’immagine ben definita è fondamentale: lavorare sul logo del tuo brand o sul design del tuo sito internet o sulla tua pagina social, ad esempio, è utile a far capire chi sei, oltre che a creare una vera e propria vetrina di ciò che hai da offrire.
Un’immagine curata, inoltre, attira maggiormente l’attenzione dei visitatori convincendoli a provare il tuo servizio.

2. Rivolgiti ai tuoi potenziali clienti rintracciandoli sui canali appropriati
Nel mondo del web non basta rivolgersi al pubblico, il pubblico deve essere quello giusto.
Proporre la tua idea, i tuoi servizi o i tuoi prodotti deve essere fatto correttamente e soprattutto rivolgendosi al target appropriato.
Riuscire ad intercettare proprio il pubblico che cerca i tuoi prodotti non è facile, ma neppure impossibile.
Basta sapere dove cercare.
Così come aprire un negozio di giocattoli in un quartiere popolato da bambini può avere un successo maggiore rispetto ad aprirlo nei pressi di una casa per anziani, allo stesso modo attraverso il web è possibile fare in modo intercettare le persone che ricercano attivamente i tuoi servizio  possano trovare esattamente te e non eventuali concorrenti o “brutte copie”.
Per essere sicuri di rivolgersi al pubblico in target con i tuoi prodotti è necessaria una comunicazione professionale mirata fatta di sponsorizzazioni, campagne e strategie che si rivolgano non a tutti, ma alle persone giuste.

3. Usa le parole giuste
Attraverso le parole puoi incuriosire, appassionare, spiegare oppure convincere a svolgere una determinata azione.
Per questo il linguaggio deve adattarsi a seconda del contesto e dell’obiettivo che vuoi raggiungere.
Come scritto in precedenza adottare sul web un linguaggio di comunicazione semplice e quanto più vicino possibile a quello reale, ti rende autentico e più vicino al tuo pubblico. Questo non vuol dire trascurare le regole della grammatica: significa che bisogna essere chiari e diretti, evitando paroloni e periodi complessi.

Insomma, design, targetizzazione e copywriting sono i tre fattori fondamentali che possono aiutarti ad avere successo per  comunicare sul web: un mondo difficile, dove la concorrenza è alta e dove nessuno è pronto a regalarti nulla…proprio come il mondo reale! E proprio come nel mondo reale, affidarsi a professionisti del settore può essere la scelta giusta per utilizzare al meglio questi tre elementi.

Marketing e comunicazione online: perché rivolgersi ad una Web Agency?

Marketing e comunicazione online: perché rivolgersi ad una Web Agency?

Rivolgersi ad una Web Agency per espandere il tuo business e per sviluppare una strategia di marketing e comunicazione online è fondamentale per dare visibilità alla tua rete d’affari. Perché? Te lo spieghiamo in questo articolo!

Hai un’idea geniale che ha dato vita ad un’attività potenzialmente di successo, hai i mezzi per farla decollare e sei pronto a scendere in campo per iniziare a competere nel mercato: cosa manca, però, per fare il decisivo salto di qualità? Ovviamente la giusta visibilità!

Un ottimo servizio rimane inutilizzato se nessuno ne conosce le caratteristiche e proprio per questo motivo battere la concorrenza per quanto riguarda la comunicazione deve essere uno dei pilastri per costruire il tuo business.

Se un tempo volantini, cartelloni e passaparola potevano bastare per ritagliarti la tua fetta di mercato, ad oggi soltanto la rete è in grado di raggiungere il più vasto pubblico possibile… e non solo: tramite il web hai la possibilità di presentare la tua idea esattamente alle persone che potenzialmente possono davvero apprezzarla.

La domanda, a questo punto, è soltanto una: quanto sei informato sul mondo del web? Di conseguenza, hai il tempo e la voglia per dedicarti allo studio di questo interessantissimo campo, o preferisci affidare le tue preziose idee a chi di comunicazione se ne intende davvero?
Una web agency strutturata è infatti informata ed aggiornata al 100% su tutti i canali e le tecnologie che possono esserti di aiuto nel raggiungere l’obiettivo che ti sei prefissato, con le giuste competenze.

Quali vantaggi ti potrà offrire una web agency?

  • Avrai a tua disposizione un’intera squadra pronta a seguire la tua idea dalla A alla Z: dalla strategia di comunicazione al design, passando per la scrittura dei testi e l’utilizzo dei social
  • Avrai la certezza che la tua pubblicità coinvolga il giusto target di pubblico
  • Sarai aggiornato costantemente sui risultati delle campagne di comunicazione
  • La tua idea rimarrà fedele alle sue radici, ma potrà essere valorizzata e conosciuta attraverso un giusto utilizzo degli sconfinati canali del web.

Non sai da dove cominciare né a chi rivolgerti per iniziare questo viaggio? Perché non dare una chance a Bway Agency?
Un’agenzia di comunicazione formata da esperti del marketing online, pronti a mettere a tua disposizione competenze maturate in interi anni di lavoro ed aggiornamento nel mondo del design, del copywriting e della pubblicità. Insomma, tutto ciò di cui hai bisogno non solo per i primi passi in questo “oceano sconosciuto”, ma anche l’equipaggio giusto per ancorare la tua nave in un porto sicuro. Sei pronto a salpare?

Neuromarketing e web – Cosa influenza le scelte dei consumatori?

Neuromarketing e web – Cosa influenza le scelte dei consumatori?

Neuromarketin e web – Se lavori nell’ambito della comunicazione o se sei un imprenditore che desidera far crescere il proprio brand avrai sicuramente sentito parlare di Neuromarketing.
Se non ne hai mai sentito parlare, sei ancora in tempo per rimediare leggendo questo articolo!

Cos’è il Neuromarketing?
Come suggerisce la parola stessa, il neuromarketing è una scienza che unisce ben 3 diverse branche: economia, psicologia e neurologia e, detto in parole semplici, si occupa di analizzare i processi decisionali che spingono il nostro cervello a fare un acquisto dopo aver ricevuto uno stimolo di tipo pubblicitario.

Cosa lo differenzia dalle ricerche tradizionali?
Da sempre esistono ricerche che si occupano di scoprire cosa spinge i consumatori a fare determinati acquisti o in che modo alcuni contenuti riescono maggiormente ad attirare la loro attenzione. Le ricerche tradizionali si basano essenzialmente su interviste rivolte ai consumatori stessi: le risposte alle domande, però, hanno sempre una componente razionale e quindi potrebbero essere meno spontanee o “sincere”.
Il Neuromarketing, invece, si basa in tutto e per tutto su metodologie scientifiche quali, per esempio:
L’ EEG: l’elettroencefalogramma che misura l’attività cerebrale e l’attivazione sia della parte consapevole che di quella emotiva della mente.
La Risonanza magnetica funzionale o fMRI che permette di osservare le diverse aree del cervello che si attivano in relazione ad uno stimolo.
L’Eye Traking che traccia il movimento degli occhi per capire quali punti dell’immagine sono considerati di maggior interesse.

Il vantaggio è che questi metodi forniscono le risposte inconsce, legate alla sfera emozionale.

Fatte queste premesse, è chiaro che conoscendo i risultati di alcune indagini e analizzando i case studies di maggior successo è possibile sfruttarli per creare campagne pubblicitarie ottimali o indirizzare l’attenzione dei consumatori verso i contenuti che si desidera mostrare.
Ciò è sfruttabile non solo all’interno delle attività commerciali vere e proprie (si pensi alla disposizione dei prodotti sugli scaffali o all’utilizzo di particolari fragranze diffuse nell’ambiente), ma anche nell’ambito della pubblicità tradizionale e nelle campagne marketing sul web.

Neuromarketing e web 

  • La scelta del colore: uno degli elementi che, sul web, incide sulla percezione e può influenzare le scelte dei consumatori è il colore. Che sia un web site, un blog o un e-commerce, quando si sceglie che colore utilizzare non si può non pensare al modo in cui questo influenza la nostra psiche. In generale, infatti, il cervello umano tende ad associare ai colori determinati sentimenti stati d’animo. Il Rosso, ad esempio è legato all’energia, alla vitalità, oppure all’amore o alla passione.
    Il verde, al contrario, infonde calma, speranza  e armonia. Attenzione, quindi, a scegliere il colore che meglio si sposi con i valori o la mission di un brand.
  • Attrazione, Emozione, Fiducia: le immagini da inserire in un sito, o anche in un post su Facebook rispondono essenzialmente ad un compito: quello di attrarre l’attenzione dell’utente. È stato dimostrato che più l’immagine è affine ai gusti dell’utente, più questo è portato a nutrire fiducia verso un annuncio pubblicitario. Questo perché siamo più sensibili verso le cose che ci rappresentano e che sentiamo più vicine a noi. Scegliere l’immagine giusta non è difficile, ma per farlo è necessario studiare il proprio target di riferimento, le sue abitudini, prevederne le necessità e aspirazioni.
  • La call to action: anche le call to action devono essere strutturate in un determinato modo. Usare le parole giuste, infatti, è fondamentale per tenere alta l’attenzione del consumatore e per generare conversione. Per ottenere questi risultati il copy deve essere chiaro e puntare su due fattori: assicurare un guadagno ed evitare una perdita. La sfera da toccare non deve essere essenzialmente quella economica. Si può puntare, infatti, su diversi fattori, che possono rappresentare un vantaggio a seconda dei bisogni dei propri consumatori. È stato dimostrato, inoltre, che usare verbi all’imperativo e forme verbali attive è più fruttuoso che usare forme verbali passive o termini negativi.
  • La riprova sociale: quando c’è una decisione da prendere e non sappiamo quale scelta compiere, nella maggior parte dei casi, tendiamo a fare quello che hanno fatto gli altri prima di noi, affidandoci alla loro esperienza. Questo comportamento è ancora più marcato quando queste persone a cui ci riferiamo sono simili a noi.
    Ecco perché testimonianze e recensioni, giocano un ruolo fondamentale. Essere su piattaforme come TripAdvisor, o rendere visibili le recensioni sulla propria pagina Facebook sono metodi semplici, ma molto efficaci per attrarre i consumatori verso il proprio prodotto.

 

Questi sono solo alcuni degli elementi da considerare per la tua pubblicità sul web: il Neuromarketing è in continua evoluzione e sta portando dei notevoli cambiamenti nel mondo digitale, per cui è bene tenere sotto controllo gli sviluppi di questa disciplina per utilizzarli al meglio nelle tue prossime campagne!